" Alluvione "
18 - 20 Agosto 1952

Tutto era iniziato il giorno 18 con caduta incessante ed abbondante di pioggia che purtroppo nella notte fra il 19 ed il 20 si trasform˛ in nubifragio di inaudita violenza che in sole cinque ore rivers˛ sulla cittÓ e zone limitrofe oltre 189 m/m di acqua provocando ingenti danni .
Mai a memoria di uomo , nella nostra zona , si era registrata una calamitÓ di tale portata . Si pensi , in tutto l'arco di quell'anno , la somma delle precipitazioni metereologiche fu di 1669 m/m corrispondenti a una media giornaliera di 4,6 m/m .
Conseguenza di una cosi grava calamitÓ fu l'allagamento di un vasta zona del centro abitato , in particolar modo quella fra le Vie Cavallotti , Bicchierai , Matteotti , Tripoli e dei Macelli , attraversate dal Rio Salsero . Mentre altri danni si verificarono nella zona Ippodromo chiusa nella morsa del fiume Borra , rottura dell' argine all'altezza dell'ippodromo , ed il rio di S. Antonio . L'altezza dell'acqua in molte zone super˛ gli 8o cm. . Fortuna volle che verso le ore 4 del mattino del 20 improvvisamente la pioggia cess˛ di cadere e l'alba port˛ sole e cielo sereno . L'incubo era finito . Altro fattore favorevole venne dalla rottura dell'argine sinistro del rio Salsero  ( vedi foto )
.

In quei giorni la cittÓ era stracolma di turisti e trovare una camera libera negli oltre trecento esercizi alberghieri era come vincere una lotteria . Tuttavia , subito il danno , la cittÓ tutta si prodig˛ al ripristino della normalitÓ nel giro di due - tre giorni . L'Amministrazione Comunale per il riattamento delle pubbliche strade ed altri interventi deliber˛ con procedura di urgenza , Delibera 204 del 21 Agosto , alle opere necessarie al ripristino e alla rimozione dei materiali alluvionali accumulatisi sulle pubbliche strade. Le strade interessate furono : Via Cavallotti ,Bicchierai , Giannini , Palestro , Montebello , Manzoni , Redi , Trieste , Diaza , Borsi , Grocco , Matteotti , Foscolo , Cadorna , Marruota , Simoncini , Goito , Oleandro , Gorizia , Tripoli e le Piazze 7 Settembre , dei Macelli e Bicchierai . Il costo di detti interventi risult˛ di circa 12 milioni di lire . Ben pi¨ gravi ed ingenti furono i danni causati alle proprietÓ private . Moltissimi Alberghi ed altri ebbero sottosuoli , adibiti a vari usi , interamente allagati . Gli Alberghi Iris , Delizia , Adua , Giannessi , Impero , Cioci , nella immagine a lato , Pacini ,Vezzosi , Clodiani , Bicchierai , Moschini , La Pista (Ippodromo) e fra le attivitÓ varie troviamo Biondi Gino , Tommei Dario , Biscottificio Tripolo , Bar Gori , Bar Desideri , Mobilificio Ferretti Oreste , Maltagliati , Pacinotti , Magrini , Vitelli e Benedetti .
Complessivamente le denunce presentate per danni vari subiti furono 159 . Da un sommario esame , redatto dall'Ufficio Tecnico , i danni causati ai beni immobili e mobili di proprietÓ privata furono calcolati oltre gli ottanta Milioni di Lire cifra notevolissima per l'epoca . Per quanto una simile catastrofe , imprevista ed imprevedibile , non fiacc˛ la volontÓ della cittÓ e dei suoi abitanti . Tre giorni dopo ogni ferita era cancellata e tutte le attivitÓ turistiche - alberghiere erano tornate a funzionare a pieno regime .
Situazione particolare riguard˛ l'Ippodromo Sesana il quale a causa della rottura dell'argine sinistro del torrente Borra  e le acque fuori uscite dal Rio di S. Antonio , fu completamente invaso e sconvolto dalle acque le quali ritirandosi lasciarono sul terreno materie alluvionali per oltre 40 centimetri di altezza tanto che occorsero 20 giorni di tempo , pur lavorando giorno e notte con numerose squadre di lavoro , prima di potere riprendere le manifestazioni ippiche in programma .

Visione dei danni che l'ippodromo subý a seguito della alluvione

Bilancio dei danni


Elenco Ufficiale
dei danni subiti da
░░░░░░░░░░░░░░░░░░░░░░░░░░░░░░░░

Abitazioni civili
Alberghi e Pensioni
Ristoranti
Bar
Negozi