Arti  e Mestieri  nel  Secolo XIV░

Fra il 1324 ed il 1342 furono stilati gli Statuti  che regolavano  le Arti ed i Mestieri di quei tempi , dando ad ognuno anche la relativa simbologia . Detti Statuti furono emanati nella CittÓ di Firenze tuttavia riguardarono anche Montecatini in quanto dopo la morte di Castruccio Castracani la cittadina pass˛ sotto l'egemonia fiorentina . Fino da tempo remoto esistevano tutti questi mestieri ma soltanto in questo periodo ne fu decisa la StatutarietÓ  e la codificazione .
L'Arte o il Mestiere . ognuno col proprio Stemma , Gonfalone e Sigillo rientravano nelle cosiddette Arti Minori . Gli Statuti precisavano in prima istanza che tutti erano tenuti ad aiutare il  PodestÓ ed i Rettori della CittÓ di Firenze ponendo cosi le basi del ruolo e dell'importanza che ogni attivitÓ avrebbe avuto nei tempi a seguire .
     ********************************
       L'ARTE degli ALBERGATORI
E' cosa veramente sorprendente come le norme a seguire per questa categoria siano ancora oggi di assoluta attenzione.
Era prescritto " che gniuno Albergatore ricetti alcuno huomo di mala Condicione e Fama . Che nessuno Albergatore possa accettare e ritenere nel suo Albergo persona che sia debitrice di altro Albergatore . E' proibito lusingare gli altrui ospiti promettendo minor prezzo e trattamento e questa lusinga non pu˛ avvenire per Via , trattenendo l'Ospite "per lo freno" mandando in giro per la CittÓ o per il Contado gente ad invitare ed inducere ad albergare seco . Sono i Galoppini di conosciutissima memoria dei nostri tempi anche a Montecatini . Parimente era tutelato il diritto dell'Albergatore a non subire pressioni e concorrenza . Infatti era vietato prendere a pigione una casa che fosse di altro Albergatore , anche se discacciato , senza pagare " per norma di entratura  " una cospicua somma sotto pena di 25 libbre di Fiorini piccoli . La regola riguardava anche Fanti e Fantesche che nessuno Albergatore poteva trattenere senza averne avuto licenza dal precedente datore di lavoro incorrendo in " Condannagione " pesante e sicura . Altra disposizione riguardava l'esercizio abusivo dell'ARTE .
" Niuno possa tenere insegne di Albergheria se non Ú dell'ARTE " e sull'insegna di Albergo doveva comparire una Stella , di colore vermiglio , simboleggiante il minimo di confort e l'appartenenza alla categoria . Esisteva solo una Stella per qualsiasi tipo ed importanza di Albergo .Come oggi gli Albergatori rispondevano delle cose loro affidate . Erano diffidati da tenere in casa " alcuna meritrice che desse il corpo suo per denaro o Luxuria " . Infine ultima rispettosa pressione era  la norma che prescriveva la presenza di tutti i soci alle " EXEQUIE "di ciascuno morto dell'ARTE . " Torchi e le candele a spese della Corporazione " .