" Teatro delle VarietÓ "

Sul finire del 1800 nel piccolo cortile della Palazzina Regia era stato improvvisato un piccolo teatro recintato con tende e drappi .Riportano le cronache dell'epoca che li fece il suo debutto un certo D'Antony ,prestigiatore , che si vantava di essere stato anche alla Corte del KedivŔ d'Egitto .

Qualche tempo dopo il Teatro fu trasferito nei giardini della Locanda Maggiore ove , su disegno di Vittorio Bardini , aveva preso corpo una elegante ed artistica costruzione con fronte esterno sulla piazza Umberto I░ . Essa assunse il nome di " Teatro delle VarietÓ " .

Soubrettes sgambettanti , che lasciavano veder anche pi¨ su delle giarrettiere, giocolieri clowns , equilibristi allietavano gli spettatori . Presenti Verdi e Tamagno all'inaugurazione.  Si narra che spesso Giuseppe Verdi assisteva agli spettacoli direttamente dalla finestra della sua camera d'albergo , la Locanda Maggiore .

Durante gli anni 50 questo gioiello di architettura  fu , inspiegabilmente ,  completamente abbattuto   lasciando il posto al complesso immobiliare del Monte dei Paschi di Siena .


Ieri


Oggi